Attendere prego...
Laboratori del Sapere

Laboratori del Sapere

L’Idea, attualmente aperta alle nuove adozioni solo per le discipline Italiano e Scienze (con la supervisione di esperti), nasce dalla collaborazione tra INDIRE (nello specifico le sue Strutture di Ricerca 1, 2 e 7) e i «Laboratori del Sapere Scientifico», nati in Regione Toscana nel 2010 in collaborazione con il mondo dell’Università e quello delle associazioni professionali dei docenti – d’intesa con l’USR – allo scopo di costituire nelle scuole di ogni ordine e grado, a partire dall’infanzia, gruppi permanenti di ricerca/innovazione nell’ambito dell’educazione matematico-scientifica e tecnologica.
L’Idea consiste nell’estendere l’approccio metodologico dei «Laboratori del Sapere Scientifico» anche a discipline diverse dalle STEM: all’Italiano, in prima analisi, come ad altri ambiti, recuperando gli aspetti trasversali alle discipline stesse, individuandone i tratti comuni e fondanti, tra cui, ad esempio, l’approccio fenomenologico o l’attenzione alla lingua e ai linguaggi, oltre gli aspetti specifici ed epistemologicamente caratterizzanti.
I «Laboratori del Sapere» tengono insieme impianto metodologico e curricolo disciplinare, grazie allo sviluppo di percorsi didattici esemplari, che coniugano attenzione ai saperi e motivazione degli studenti.
L’obiettivo è superare il modello trasmissivo e libresco dell’insegnamento, che riduce l’apprendimento all’acquisizione di conoscenze precostituite (generalmente quelle del libro). Ad esso si contrappone un apprendimento significativo, promosso attraverso percorsi in cui gli studenti, a partire da esperienze o situazioni problematiche selezionate, siano attivamente coinvolti in processi di osservazione-problematizzazione-formulazione di ipotesi-verifica-generalizzazione, per la costruzione partecipata di conoscenze, all’interno della classe.

Perché adottare l'idea

I percorsi dei «Laboratori del Sapere» possono essere intrapresi in ogni contesto didattico. Le motivazioni che inducono a metterli in pratica nascono dalla volontà di portare nella scuola l’approccio laboratoriale applicandolo ad ogni ambito disciplinare.

Partendo dalle esperienze e dalla riflessione delle scuole capofila possiamo trarre alcune costanti.

Adottare l’Idea «Laboratori del Sapere» è utile per:

  • superare la logica trasmissiva dell’insegnamento che passa esclusivamente attraverso la spiegazione e lo studio del libro di testo;
  • dar peso all’esperienza di ogni studente, nella ricerca di una motivazione che rappresenta la base di ogni apprendimento autentico;
  • rispettare in maniera rigorosa l’epistemologia della disciplina insegnata e individuare i nuclei fondanti del curricolo;
  • insegnare agli studenti a ‘vedere’ e analizzare fenomeni;
  • offrire ad ogni studente la possibilità di confrontarsi con la scrittura e con linguaggi plurimi per esprimersi liberamente su temi disciplinari;
  • aprire la classe al dialogo, favorendo una discussione e un confronto orientati all’acquisizione dei saperi.

News

  • 06/09/2021
    «Laboratori del Sapere», una nuova «Idea» di Avanguardie educative
    Leggi tutto

Eventi

[[calendar.title]]

13
scuole
3
nord
6
centro
4
sud e isole
4
in città
9
in provincia
6
1° ciclo
7
2° ciclo
0
fondatrici
8
capofila
5
adottanti
Adozione dell'Idea sul territorio
Adozione dell'Idea nel tempo