Attendere prego...
Oltre le discipline

Oltre le discipline

«Oltre le discipline» è un framework pedagogico-organizzativo che consolida il passaggio dalla didattica per contenuti a quella per competenze, declinato in diversi ordini e gradi di scuola con opportune specificita ma sempre con attenzione allo sviluppo di abilità cognitive, metacognitive e trasversali. L’approccio e student-centered e supera il modello trasmissivo grazie ad attività basate su una pratica laboratoriale pienamente integrata con la didattica curricolare nel normale orario delle lezioni, se del caso compattato e/o riorganizzato. All’inizio dell’anno viene messa a punto una progettazione collegiale, scelto un tema di studio comune a tutto l’Istituto e definite Unita di Apprendimento trasversali e pluridisciplinari.

Per l’IC ciò permette la realizzazione di un curricolo integrato e verticale ai tre ordini di scuola che a questo afferiscono. Esso lega teoria, pratica e tecnica e si concretizza nella realizzazione di itinerari progettuali volti a costruire spazi di esperienza ad alto potenziale motivazionale, a valenza orientativa, col fine di promuovere competenze chiave valorizzando la creativita del singolo tramite laboratori attivi di mestiere.

Per la secondaria di secondo grado i laboratori costituiscono l’elemento caratterizzante. I contenuti delle singole discipline vengono orientati al progetto da realizzare tramite itinerari di apprendimento integrati tra l’area scientifica e l’area umanistica in cui gli studenti, in gruppo, svolgono attività di ricerca, selezione e valutazione di materiali relativi a compiti di realtà pensati per superare il divario, nell’utilizzo dei saperi, tra contesti scolastici e contesti reali. Questa metodologia induttiva parte dall’esperienza per arrivare alla rappresentazione e poi alla generalizzazione, è motivante per il giovane e lo rende autonomo nello svolgimento del compito e capace di assumere responsabilità.

In tutte le esperienze il confronto con il territorio e con il ‘fuori’ e centrale: si esplica tramite la condivisione di artefatti, materiali e/o intellettuali, prodotti dai giovani, che rappresentano compiti di realtà sfidanti, grazie ai quali è favorito il processo di autovalutazione e di valorizzazione dei talenti e delle potenzialità dei ragazzi.

Perché adottare l'idea

  • Per superare la scuola dei contenuti a vantaggio della scuola attiva organizzata in ambienti motivazionali che permette l’acquisizione dell’habitus dello studio e della ricerca.
  • Per integrare l’orientamento nella disciplina, rafforzando il legame tra discipline e professionalizzazione.
  • Per rivalutare l’attitudine in quanto dimensione della competenza spesso sottovalutata e fondamentale per la permanenza degli studenti nel percorso e nell’acquisizione dei titoli.
  • Per costruire il curricolo trasversale intorno al concetto di «entrepreneurship» come competenza chiave che permette di raccordare livelli primario e secondario inferiore e superiore.
  • Per recuperare il necessario rapporto con le famiglie nella capacitazione dei saperi (per combattere l’atteggiamento school free).

News

  • 17/05/2021
    IL FESTIVAL CASSANO SCIENZA -sal 24 al 27 maggio
    Leggi tutto
  • 11/05/2021
    Webinar sulle idee di Avanguardie educative- ITE Valentino de Fazio di Lamezia Terme- 21 maggio 2021 (10-17:30)
    Leggi tutto
  • 18/04/2021
    Educare alla complessità La memoria tra analogico e digitale: un approccio “selvaggio” 28 aprile 2021 (17:00-19:00)
    Leggi tutto

Eventi

[[calendar.title]]

8
scuole
30
nord
23
centro
76
sud e isole
50
in città
79
in provincia
88
1° ciclo
41
2° ciclo
0
fondatrici
3
capofila
122
adottanti
Adozione dell'Idea sul territorio
Adozione dell'Idea nel tempo